DOCUMENTI DA FORNIRE AL NOTAIO PER L’ATTO DI COMPRAVENDITA

Published by:

STAI VENDENDO O COMPRANDO CASA? ECCO I DOCUMENTI NECESSARI AL NOTAIO PER PREDISPORRE IL ROGITO

Stai vendendo o comprando casa ed è arrivato, finalmente, il momento di fissare l’atto notarile definitivo per il trasferimento della proprietà?

Bene, dopo aver scelto il notaio di fiducia ed aver fissato in agenda il giorno per la stipula del contratto, è importante fornire allo studio notarile completa e precisa documentazione cosicché, essi, possano redarre l’atto definitivo.

Presta molta attenzione alla lista documenti qui di seguito che ti sarà molto utile ed agevolerà notevolmente il lavoro allo studio notarile.

Stai per affrontare un passo importante: quello della tua compra-vendita!

Se ti sei servito dell’operato di intermediazione di un’agenzia immobiliare, sarà sicuramente Lei a coordinare perfettamente questa fase aiutandoti, passo dopo passo, a preparare tutta la documentazione utile.

Non dimenticarti di avvisare la Banca e di metterla in relazione con lo studio, comunicandole il Notaio scelto, la data e l’orario per l’atto di trasferimento.

Ecco di seguito tutto ciò che serve!

Prendi carta e penna e preparati che stai per affrontare un passo importante: quello della tua compravendita immobiliare!

DOCUMENTI UTILI PER ATTI TRASLATIVI

Ecco la lista dei documenti da fornire al tuo studio notarile di riferimento:

1) COPIA DOCUMENTI D’IDENTITA' e CODICE FISCALE: per permettere allo studio notarile di identificare le generalità dei comparenti, sia venditore che acquirente; se stranieri anche permesso di soggiorno non scaduto o in corso di rinnovo. Controlla la validità del tuo documento di identità e nel caso fai un salto all'anagrafe del tuo comune di riferimento per regolarizzare il documento.

2) SEI CONIUGATO/A? Serve L'ESTRATTO PER RIASSUNTO DAL REGISTRO DEGLI ATTI DI MATRIMONIO CON ANNOTAZIONI MARGINALI: questo documento lo poi richiedere al Comune dove si è contratto matrimonio; 

3) SEI NUBILE/CELIBE? CERTIFICATO DI STATO LIBERO: se non coniugati o vedovi; questo certificato lo si può richiedere presso il proprio comune di residenza;

4) SEI SEPARATO O DIVORZIATO? SENTENZA DI SEPARAZIONE omologata, se separati, o SENTENZA DI DIVORZIO passata in giudicato, se divorziati; 

5) CERTIFICATO DI MORTE: se occorre procedere ad accettazione tacita di eredita’; 

6) VISURA CAMERALE: chiaramente solo in caso di società o persone giuridiche (produrre visura camerale aggiornata); 

7) RELAZIONE TECNICA: redatta dal tecnico (geometra, architetto, ingegnere...) di riferimento dopo aver reperito tutta la documentazione relativa all'immobile in questione ed aver effettuato i rilievi per le opportune verifiche tecniche; essenziale esibire al notaio anche fotocopie dei riferimenti urbanistici (licenze edilizie, concessioni in sanatoria, condoni, attestazioni di pagamento, permessi, scie, cile, fine lavori ed abitabilita’/agibilita’); 

8) DOCUMENTAZIONE CATASTALE: Visure catastali e Planimetrie catastali; 

9) TITOLI DI PROVENIENZA: ovvero tutti i documenti atti di provenienza dell'immobile che stai compravendendo (atto di compravendita, donazione, divisione, successioni, ecc..); 

10) COMPRAVENDITA DI TERRENO AGRICOLO? Serve il CERTIFICATO DI DESTINAZIONE URBANISTICA: in caso di trasferimento di appezzamento di terreno è indispensabile richiedere, tramite il tuo tecnico di riferimento, il CDU ovvero il Certificato di Destinazione Urbanistica in bollo; se già in possesso del CDU, verificare che non sia trascorso un anno dalla data del rilascio; 

11) PRELAZIONI AGRARIE? In caso di trasferimento di appezzamento di terreno agricolo, oltre il c.d.u. di cui abbiamo parlato sopra, serve anche RINUNZIA AL DIRITTO DI PRELAZIONE da parte dei confinanti aventi diretto, oppure adeguata documentazione per l'avvenuta trasmissione del preliminare ai confinanti;

12) MEZZI DI PAGAMENTO: servono tutte le fotocopie inerente gli assegni bancari e/o circolari e c.r.o. per bonifici bancari, già intercorsi sino a questo momento.

13) DATI DEI MEDIATORI: se vi fosse stato l'intervento di mediazione di un'agente immobiliare o un'agenzia è opportuno esibire visura camerale aggiornata dell'agenzia di riferimento, numero iscrizione al ruolo e mezzi di pagamento provvigioni (fotocopia assegni se pagamento mediazione gia’ effettuato);

14) CONDOMINIO: se l’immobile fa parte di un condominio, esibire liberatoria dell’amministratore di condominio nella quale dichiara che a carico della parte alienante non vi sono pendenze e che tutti i pagamenti degli oneri condominiali sono in regola e che non sono stati deliberati ed approvati negli ultimi mesi lavori straordinari al fabbricato di cui fanno parte gli immobili da alienare. Richiedere la liberatoria direttamente all'amministratore in questione

15) COMPRAVENDI UN IMMOBILE AFFITTATO? Se l’immobile da alienare è locato, occorre COPIA CONTRATTO di locazione registrato; 

16) MUTUO? Nel caso di ACCOLLO DI MUTUO esistente è utile esibire, da parte dell’alienante, ultimo pagamento della rata di mutuo; in caso di MUTUO ESTINTO, esibire da parte dell’alienante quietanza dell’estinzione bancaria del debito; 

17) GARANZIA DEGLI IMPIANTI è utile sapere per l'atto se gli impianti elettrico, idraulico e termosanitario sono a norma oppure no; nel caso di impianti a norma preparare le opportune certificazioni degli impiantisti o gli attestati di rispondenza, da consegnare alla parte acquirente al momento della vendita. 

18) A.P.E. (attestato prestazione energetica) in originale, meglio se in duplice copia, reso sotto forma di dichiarazione sostitutiva, completo di invio alla regione e al comune con allegato documento di identità di chi l’ha redatto;

19) copia degli ATTI DI ACQUISTO e VENDITA PRECEDENTI in caso di credito d’imposta: mi spiego meglio....se hai venduto casa, hai già pagato le imposte e potresti vantare di un credito; un appuntamento con il tuo notaio di fiducia, prima di affrontare il rogito definitivo, ti potrà chiarire le idee su questo importante aspetto fiscale; 

20) Se sono intercorsi accordi scritti precedenti all'atto di trasferimento occorrono la copia del PRELIMINARE REGISTRATO o della PROPOSTA DI ACQUISTO REGISTRATA, con pagamento F24 delle relative imposte per detrazioni.

Sperando di aver riordinato le idee con questa lista dei documenti non mi resta che augurarti un buon e sereno atto di compravendita.

PS… quasi dimenticavo!!! Non dimenticarti le CHIAVI DI CASA 😉

Matteo Nencioni – Agente Immobiliare

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DEL BLOG!

Published by:

Sei atterrato qui per caso o sei un assiduo lettore? Ecco qua gli articoli più cliccati di questo BLOG immobiliare!

Sei un appassionato di Case, Compravendite, Investimenti Immobiliari? Devi vendere o comprare Casa e cerchi risposte valide ai tuoi dubbi? Sei semplicemente un privato che sta cercando di comprare o vendere casa? Sei atterrato per caso sul mio Blog oppure sei un attento lettore o un assiduo frequentatore che ogni tanto torna a curiosare?

Bene! Chiunque tu sia e qualsiasi sia il motivo per cui ti trovi qua, non posso che dirti intanto Grazie 🙂

Se non mi conosci mi presento…

Sono Matteo Nencioni, imprenditore, appassionato dell’abitare ma soprattutto agente immobiliare fuori e dentro. Da anni aiuto le Persone nel percorso più bello del mondo: quello di cambiare CASA.

Perché principalmente mi occupo di Persone, poi di Case. O meglio, le case sono solo una conseguenza del mio lavoro che amo da impazzire.

Questo Blog, nell’anno 2020, ha avuto tantissimi lettori e i miei articoli sono stati letti ben 69.317 volte (Fonte Analytics). Un dato molto importante per me che svolgo il lavoro di Agente Immobiliare con grande passione ma soprattutto che curo minuziosamente ogni giorno i contenuti ed i consigli da dispensare.

Molti di voi mi scrivono email di complimenti o mi mandano messaggi, magari in Direct su Instagram, per ringraziarmi del lavoro che svolgo. E per me è una soddisfazione immensa!

Vediamo insieme gli articoli più cliccati e più letti nel 2020

Analisi dei dati del blog da Google Analytics

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI NEL BLOG!

Ecco i link agli articoli più cliccati:

) “IL CARTELLO VENDESI DEL PRIVATO… ATTENZIONE!” https://blog.immobiliarenencioni.it/il-cartello-vendesi-del-privato

2°) “REGISTRAZIONE PROPOSTA DI ACQUISTOhttps://blog.immobiliarenencioni.it/obbligo-registrazione-proposta-di-acquisto/

1°) “QUANTO COSTA E QUANDO SI PAGA L’AGENZIA IMMOBILIARE” https://blog.immobiliarenencioni.it/quanto-costa-e-quando-si-paga-lagenzia-immobiliare/

Cliccando sui link puoi rileggerli e, se ti sono stati utili, ti chiedo di condividerli sui tuoi social o di inviarli ad un amico che deve vendere/comprare casa…. sono certo che gli saranno d’aiuto!

Se invece vuoi una consulenza, devi vendere o comprare una casa in provincia di Pisa o stai pensando al tuo futuro investimento immobiliare, contattami!

Semplicemente grazie di essere qui!

Matteo Nencioni

Siamo Paolo Antonelli e Matteo Nencioni, amici, imprenditori, agenti immobiliari. Da anni cooperiamo per aiutare le famiglie nel percorso più importante della vita: quello della compra-vendita immobiliare. Curiamo tutto in prima persona: serietà, impegno, umanità e dedizione sono i valori che più ci contraddistinguono. Se anche tu vuoi vendere una casa senza svendere, nella provincia di Pisa, contattaci per una consulenza dedicata: agenzia@immobiliarenencioni.it – tel. 0587 488 136

7 CONSIGLI PER CERCARE LA TUA NUOVA CASA

Published by:

VUOI COMPRARE CASA MA NON SAI DA DOVE PARTIRE? ECCO UN SEMPLICE SCHEMA PER RIORDINARE LE IDEE

#7CONSIGLI PER CERCARE LA TUA NUOVA CASA SENZA PERDERE TEMPO INUTILMENTE!

Sono Matteo Nencioni, imprenditore immobiliare, agente e consulente in affari in mediazione. Da molti anni aiuto le persone nel percorso più bello del mondo: quello dell’acquisto di una nuova casa!

Mi occupo principalmente di Persone, le case sono solo una conseguenza.

  • Stai pensando di comperare una nuova abitazione?
  • Non sai da dove partire?

Il momento è fantastico! I tassi dei mutui hanno raggiunto i minimi storici e le banche sono propense a concedere credito.

Inoltre ci sono un sacco di incentivi fiscali e agevolazioni per quanto riguarda le ristrutturazioni.

Un momento molto particolare e vantaggioso per chi deve affrontare un investimento immobiliare, ma non durerà per sempre!

Molte persone in affitto hanno deciso, proprio in questo momento, di acquistare. Inoltre la delicata emergenza sanitaria ha cambiato il modo di vivere e le esigenze di ognuno di noi. Anche nella scelta di una casa.

Per questi motivi c’è molto fermento in giro, il mercato è velocissimo e talvolta le richieste sono superiori alle offerte, soprattutto per quanto concerne gli immobili con giardino, terrazzi o spazi esterni.

Per tutti questi motivi ti consiglio vivamente di cercare la tua prossima casa con precisione, cercando di avere le idee chiare fin da subito così da essere tempestivamente pronto all’acquisto, una volta trovata quella ideale.

Con questo articolo voglio provare a riordinare le tue idee cercando, in 7 punti, di darti una corretta impostazione mentale per semplificarti la ricerca della tua nuova casa.

Buona lettura e buona ricerca! 😉

#7 CONSIGLI PER TROVARE LA TUA NUOVA CASA

1_ DI QUALI SPAZI HO BISOGNO?

Fondamentale capire prima di tutto, quali bisogni ha o avrà (in futuro) la mia famiglia.

Si, devi fare molta chiarezza su che tipo di vivibilità dovrà avere l’alloggio, quante camere da letto, quanti bagni, che grandezza dovrà avere la zona giorno, se è fondamentale un garage, una stanza per lo smartworking o per allenarsi, un balcone o un giardino, ecc…

Più fai chiarezza con te stesso, più sarà semplice la ricerca.

Ti sembrerà banale ma stabilire sin da subito delle priorità ti aiuterà enormemente a focalizzarti nella ricerca.

Più fai chiarezza, più facile sarà la ricerca.

2_ DEFINISCI SUBITO IL BUDGET DI SPESA

Una delle prime cose da definire prima di valutare case.

Cercare casa senza avere un’idea precisa di prezzo spendibile, comporterà solamente incertezze e perdite di tempo, distogliendoti dall’obiettivo primario. E non ti farà essere immediatamente pronto, per effettuare una proposta di acquisto concreta, quando avrai trovato la casa giusta.

Ti sembrerà scontato ma capire esattamente qual è la cifra massima che si vuole (o si può) dedicare all’investimento, permette di stringere il cerchio andando a cercare – in modo mirato e preciso – l’alloggio che fa per te, evitando spiacevoli perdite di tempo.

Per definire il budget cerca di capire esattamente quanti risparmi personali puoi dedicare all’acquisto.

Se ti serve una parte di mutuo sarà utile un consulto presso la tua banca di riferimento o un appuntamento dedicato con un mediatore creditizio (broker), proprio prima di andare a visionare case.

Infine tieni presente che, oltre al prezzo di acquisto, dovrai far fronte a tutta una serie di spese aggiuntive: notaio, imposte, spese bancarie, spese tecniche, mediazione agenzia immobiliare ecc… (P.S. a tal proposito ti metto qua il link ad un articolo che ho scritto di recente e che elenca in maniera dettagliata le spese di acquisto e le varie casistiche CLICCA QUI)

Definire precisamente un budget sin da subito ti farà sentire pronto.

3_ CASA PRONTA O DA RISTRUTTURARE?

Meglio una casa sin da subito abitabile già pronta all’uso (nuova oppure usata con alcuni lavori di adattamento, come la manutenzione…imbiancature ecc..) oppure una casa che necessita lavori di adeguamento e ristrutturazione?

Con la ristrutturazione puoi scegliere degli spazi più generosi ma soprattutto puoi personalizzarti l’immobile in ogni sua parte, puoi acquistare a prezzi davvero convenienti e puoi usufruire di importanti detrazioni/rimborsi fiscali.

Ma attenzione la ristrutturazione non è per tutti! E’ indispensabile lasciarti seguire da un tecnico professionista che analizzi l’immobile con un computo metrico dettagliato dei lavori da fare…

Gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, fai bene i conti sin da subito.

Un consulto con il tuo geometra o architetto di fiducia servirà a chiarirti le idee prima di metterti alla disperata ricerca.

Le ristrutturazioni sono convenienti ma fai bene i conti sin da subito.

4_ CHE TEMPISTICHE HAI?

Stabilisci da subito dei tempi.

Entro quando vuoi acquistare? Hai una scadenza da rispettare? Ti sei posto un limite temporale entro il quale vorresti la nuova casa? Devi far coincidere i tempi della vendita con quelli dell’acquisto?

Ne dovrai tenere di conto quando sceglierai le case da visionare, magari con l’aiuto del tuo agente immobiliare di fiducia.

Lo so, le foto di una casa ti hanno colpito a tal punto che hai voglia di vederla immediatamente… la curiosità è forte… ma prima di tutto domanda al tuo agente: “Che tempi hanno gli attuali proprietari? Quando me la lasceranno libera?”. Se i tempi coincidono con i tuoi, allora via libera.

Stabilire sin da subito dei tempi per l’acquisto ti aiuterà nella scelta

5_ CERCA SOLO QUANDO SEI VERAMENTE INTERESSATO A COMPRARE!

Mettiti alla ricerca solamente quando hai vera necessità/voglia/bisogno di comprare! Ti serviranno energie e concentrazione ma sarà un percorso bellissimo.

E quando trovi la casa giusta devi essere pronto a concludere.

Non decidersi mai, aspettando sempre che la prossima occasione sia migliore, potrebbe portarti a perdere quella giusta che ti viene proposta in questo momento. E che poi non ci sarà più.

Sopratutto in questo particolare momento storico le case in vendita non sono molte e le richieste superano di gran lunga l’offerta.

Un consiglio spassionato: cerca solo e solamente quando sei seriamente intenzionato ad acquistare. Comprare casa non è un passatempo ma un serio impegno che coinvolge anche altre persone. Rispetta il tempo altrui, rispetta te stesso, rispetta il tempo prezioso.

Non hai fretta di trovare la casa per te? Riflettici bene, molto probabilmente non cerchi veramente e ti stai solo affacciando al mondo delle case in vendita per capire semplicemente “come funziona”.

Il mio consiglio è quello di metterti in marcia quando questa esigenza è concreta: l’agente immobiliare che ti dedicherà il suo tempo lo percepirà e ti seguirà sicuramente con ancor maggiore attenzione nel percorso.

Cerca solo quando sei seriamente intenzionato ad acquistare!

6_ EVITA IL FAI DA TE.

Cercare casa da solo ti fa correre molti rischi.

I cartelli dei privati tendenzialmente rappresentano immobili non tecnicamente verificati e talvolta proposti in vendita a prezzi che non tengono conto del reale mercato ma solo del giudizio di stima personale di chi li vende.

E ho detto tutto…

Il mio consiglio è quello di affidarsi alla professionalità di un serio agente immobiliare che conosca perfettamente il territorio in cui opera.

Le sorprese sono sempre dietro l’angolo, il supporto di un professionista ti semplificherà la ricerca, ti aiuterà a selezionare altamente gli immobili per le tue esigenze e ti accompagnerà nel delicato percorso di compravendita.

Affidati alla professionalità di un professionista che ti segua

7_ PRIMA LA VENDITA O PRIMA L’ACQUISTO?

Se possiedi già una casa e vuoi cambiarla, ti sarai sicuramente posto la domanda: meglio prima vendere e poi cercare una nuova casa, oppure il contrario?

Non c’è una regola. Dipende tutto dalle esigenze e da quanto si dispone.

Diciamo che se si dispone già di una somma adeguata per un nuovo acquisto, senza dover contare sui soldi che perverranno dalla vendita dell’attuale casa, allora si può procedere cercandone una nuova senza prima aver venduto.

Se invece per poter procedere con il nuovo acquisto si deve contare – in tutto o in parte – sui proventi derivanti dalla vendita della casa attuale, allora è inutile e rischioso cercare: in tal caso è fondamentale prima trovare un acquirente seriamente interessato che si impegni concretamente nell’acquisto di casa tua!

Perchè rischioso? Perchè rischi di trovare la casa ideale, di impegnarti economicamente senza aver venduto, rischiando di non vendere o di vendere ad un prezzo nettamente inferiore alle tue aspettative.

Per questo è altamente consigliabile iniziare con la vendita.

Lo so, analizzando la cosa dal lato opposto, hai comunque paura di reperire un acquirente interessato e poi rimanere “fuori casa”, senza averne trovata un’altra da comprare. Nessun timore! E’ importante però prenderti i tempi giusti per la consegna dell’immobile venduto, sin dalla proposta/compromesso, così da coordinare perfettamente consegna e acquisto.

Tendenzialmente consiglio ai miei clienti, una volta trovato l’acquirente per la propria casa, di prendersi almeno 6-12 mesi dal contratto preliminare, prima di promettere atto di vendita e lasciare libera l’abitazione.

Solo così puoi sapere il budget preciso da destinare all’acquisto ma soprattutto i tempi necessari per poter effettuare atto di acquisto, trasloco, trasferimenti, in tutta tranquillità.

L’alternativa è quella di cercare una nuova casa e, una volta trovata, è opportuno sottoscrivere una proposta o un compromesso, versando una somma di denaro. Questo ti permetterà di “bloccare” la scelta e procedere per vendere la tua abitazione attuale.

Ma fai molta attenzione, lasciati guidare da un agente immobiliare professionista: una volta che ti sei impegnato per una nuova casa, magari con una caparra, c’è il rischio di perdere quanto versato se non perfezioni l’acquisto nei tempi stabiliti dal contratto che hai firmato.

Se invece devi comprare la tua prima casa allora via libera… ma rifletti bene sui miei precedenti 6 consigli!

Stabilisci sin da subito se vendere è fondamentale per ri-acquistare.

___________________________

Spero che questi pochi ma semplici consigli ti siano stati utili o in qualche modo ti abbiano aiutato a fare ordine per una ricerca precisa e mirata della tua nuova casa! 🙂

P.S: Fammi sapere la tua, come sempre, in privato e nei commenti… il tuo parere per me è importantissimo!

Sono Matteo Nencioni, professionista immobiliare. Se devi vendere o acquistare CASA nella provincia di Pisa e vuoi un servizio di qualità, contattami per una consulenza: tel 0587 488136 – email: matteo@immobiliarenencioni.it

Geom. Matteo Nencioni – Imprenditore – Agente Immobiliare – Vice Presidente Fiaip Pisa Lucca

COME FARE LE VOLTURE DEL GAS?

Published by:

Come effettuare volture o subentro di gas della tua nuova casa?

Quando si sta per cambiare casa è bene tenere a mente che bisogna adempiere a tanti impegni burocratici come ad esempio procedere alla voltura o al subentro del gas.

Vediamo in questo articolo come eseguire in modo pratico queste semplici operazioni.

Voltura, subentro e allacciamento: ecco le differenze

Voltura, subentro e allacciamento sono le tre operazioni principali che si vanno ad effettuare quando si decide di affittare o acquistare una casa.

In realtà scegliere una o l’altra dipende dalle condizioni del contatore

  1. Allacciamento: operazione richiesta in mancanza di contatore 
  2. Subentro: quando il contatore è presente ma è disattivato
  3. Voltura: quando il contatore è presente ed è attivo.

Ora tratteremo nello specifico la voltura e il subentro, vediamoli insieme. 

Allacciamento gas

Questa operazione è necessaria quando manca il contatore, ad esempio in una nuova costruzione. L’allacciamento permette l’installazione di un nuovo contatore gas appunto, per la fornitura.

Voltura gas: come richiederla

La voltura del gas è il cambio dell’intestatario del contratto del gas. È bene specificare, però, che tale passaggio può avvenire solo con lo stesso fornitore con il quale è possibile negoziare anche nuove condizioni.

Quindi, un eventuale cambio operatore può essere effettuato solo in un secondo momento. 

Per effettuare la voltura basterà contattare il fornitore del servizio e richiedere l’operazione.

Subentro gas: come richiederlo

Come specificato per la voltura, anche il subentro del gas deve sottostare ad alcune condizioni

Bisogna prima di tutto controllare che il contatore sia presente e disattivato. Poi bisogna inoltrare una domanda di attivazione di un nuovo contratto al fornitore.

Quest’ultimo procederà poi a inviare la documentazione da te fornita al distributore che assicurerà all’utente l’attivazione del nuovo contatore gas. 

I documenti necessari per voltura e subentro 

Una volta compresa l’operazione di cui avrà bisogno la nostra nuova casa non ci resta che preparare i documenti necessari. 

I documenti necessari per la voltura

Ad oggi, per legge, per procedere alla voltura del gas serve un titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell’unità immobiliare.

Inoltre, nella nuova casa deve già essere presente un contatore lasciato attivo dal precedente inquilino. Quindi bisognerà munirsi di: 

  • Dati del nuovo intestatario 
  • Dati del precedente intestatario (se non si è in possesso di questo dato si può fare richiesta di informazioni allo Sportello per il Consumatore di Energia)
  • Indirizzo del nuovo intestatario
  • Codice POD
  • Lettura contatore
  • Potenza impegnata in kW 

Documenti necessari per il subentro

Per il subentro del gas serviranno: 

  • POD
  • Numero cliente (che si trova in prima pagina sulla bolletta del precedente intestatario o sul contatore elettronico premendo il pulsante del display)
  • Titolo abitativo che attesti la proprietà o il regolare possesso dell’immobile 
  • Indirizzo di recapito
  • Potenza e tensione richiesta
  • Uso della fornitura nel caso di contratto per usi diversi da abitazione comunicare la scelta della forma di pagamento 

Voltura e subentro: tempi e costi

Vediamo i tempi e i costi di voltura e subentro. 

  • voltura: solitamente i tempi di attivazione si aggirano intorno a una settimana ed il costo dell’operazione è di circa 50 euro. 
  • subentro: per il subentro i tempi sono un po’ più lunghi ma di solito non si superano le due settimane. Invece il costo è più o meno simile (dai 50 ai 70 euro). 
Siamo Paolo Antonelli e Matteo Nencioni, amici, imprenditori, agenti immobiliari. Da anni cooperiamo per aiutare le famiglie nel percorso più importante della vita: quello della compra-vendita immobiliare. Curiamo tutto in prima persona: serietà, impegno, umanità e dedizione sono i valori che più ci contraddistinguono. Se anche tu vuoi vendere una casa senza svendere, nella provincia di Pisa, contattaci per una consulenza dedicata: agenzia@immobiliarenencioni.it – tel. 0587 488 136