INTERVISTA A MATTEO NENCIONI SU RADIO NEWS 24

Published by:

Qualche settimana fa sono stato contattato da Radio News 24 per un’intervista, naturalmente dal tema immobiliare, che andasse in onda nella rubrica #LIVESOCIAL.

Da oltre quindici anni, Live Social è il format radiofonico che dà voce a imprenditori e aziende sul territorio italiano. E per questo ho accettato con entusiasmo.

Si è parlato di me, del mercato immobiliare immobiliare post-covid e di cosa è diventato irrinunciabile, per i clienti, in tema di case.

Vi metto qua la mia intervista. Come sempre fatemi sapere la vostra e lasciatemi commenti e considerazioni.

Buon ascolto! Matteo

“VOGLIO VENDERE MA NON SVENDERE!”

Published by:

VOGLIO VENDERE MA NON SVENDERE! L’AFFERMAZIONE PIU’ COMUNE E COMPRENSIVA QUANDO SI DECIDE DI VENDERE CASA

La prima cosa a cui ogni di proprietario pensa quando decide di vendere, ovviamente, è quanto possa realizzare in termini economici dalla vendita della propria casa.

Capita spesso, nella nostra professione di agenti immobiliari, di trovarsi di fronte a proprietari di case da vendere che abbiano un’idea di prezzo molto personale, che ahimè non corrisponde quasi mai al valore reale del bene sul mercato e spesso è solamente il frutto di valutazioni estremamente soggettive, come ad esempio:

  • Si attribuisce alla casa un valore emotivo, spesso molto elevato, che non coincide con i reali prezzi di mercato; 
  • Si sceglie un prezzo nettamente superiore ai parametri di mercato perché si pensa che la nostra casa sia la migliore del mondo;
  • Si vorrebbe ottenere una cifra più alta del valore reale della casa, nell’ottica di un futuro riacquisto (es.: voglio acquistare una villetta di 120 mq che costa 250.000€, allora metto il mio bilocale di 50 mq in vendita a 180.000€, altrimenti non riesco a comperare la nuova casa); 
  • Si fa un semplice calcolo matematico, esclusivamente sulla base di una divisione ereditaria, per “fare conto pari” (es.: 4 eredi mettono la casa in vendita a 200.000€ , così ognuno ottiene 50.000€, quando la casa per il mercato ne vale magari non più di 130.000/140.000€ ad esempio); 
  • Si vorrebbe recuperare ciò che fu speso per acquistare la casa, anni fa, quando i valori del mercato immobiliare erano nettamente superiori a quelli di oggi (es. casa acquistata nel 2006/2007);
  • Si penserebbe di recuperare anche ciò che è stato speso in più, oltre al prezzo di acquisto, ad esempio per ristrutturarla o per le spese aggiuntive, di mutuo, per le imposte dell’acquisto ecc ecc (es. casa acquistata a 100.000€, ristrutturata con 50.000€, spese di compravendita 13.000€. Oggi in vendita a 163.000€)
  • Si vorrebbe “vendere ma non svendere” perché in casa si ci siamo, non abbiamo fretta, insomma non siamo con l’acqua alla gola… quindi se capita l’amatore…serve la persona giusta e… bla bla bla… 🙂

Nobili propositi purtroppo non realizzabili, nemmeno se avessimo una bacchetta magica ad aiutarci.

Una bacchetta magica no, ma un altro “strumento” in grado di aiutare il proprietario esiste, è in carne ed ossa e si chiama Agente Immobiliare, grazie al quale è possibile ottenere numerosi vantaggi. 

Attenzione vantaggi, non magie.

L’agente immobiliare è una figura professionale superpartes che assume un ruolo istituzionale fondamentale e determinante. Grazie alle sue competenze, alla sua professionalità ed alla sua esperienza, è l’unico professionista del settore in grado di analizzare ed individuare i prezzi reali di compravendita degli immobili.

L’agente immobiliare è il “termometro del mercato immobiliare“.

Quanto può essere determinante l’opera di un agente immobiliare?

Una valutazione corretta può permettere al proprietario di vendere casa in tempi ragionevoli, talvolta brevi e al miglior prezzo di mercato. Ma soprattutto senza trattative al ribasso.

Una valutazione errata, troppo alta, fatta per per non contraddire il cliente, può far sì che l’immobile “prenda la polvere” ovvero rimanga invenduto per anni. Ed è davvero molto probabilmente che venga poi (s)venduto ad un prezzo più nettamente più basso di quello di mercato.

Un immobile che viene posto in vendita ad un corretto prezzo di mercato, consentirà al proprietario di:

  • Vendere in tempi ragionevoli senza dover svendere dopo;
  • Ottenere il miglior prezzo dalla vendita;
  • Evitare trattative con acquirente che mira a ribassare in modo eccessivo il prezzo;
  • Evitare perdite di tempo quindi di denaro;
  • Evitare che la presenza prolungata della casa sul mercato possa arrecare ungano di immagine e di appetibilità all’immobile;
  • Non ritrovarsi, dopo un lungo periodo di invenduto, nella situazione di dover abbassare drasticamente il prezzo della casa al fine di farla diventare interessante per i probabili acquirenti;
  • Escludere che perizia della banca risulti inferiore al prezzo di vendita.

L’agente immobiliare deve esser in grado di saper analizzare il vero valore di mercato; con i dati alla mano la valutazione diventa inconfutabile ed incontrovertibile.

L’agente immobiliare è il termometro del mercato immobiliare.

Un’analisi accurata di dati reali come i prezzi di compravendite realmente avvenute, valori OMI e valori ricavati dalle aste immobiliari, riguardanti case con medesime caratteristiche di quella da stimare, realmente compravendute nella stessa zona, negli ultimi mesi.

Con una corretta valutazione estimativa, basata appunto su dati certi, si evita di svendere l’immobile in un secondo momento.

In conclusione…

Se vuoi vendere ma non svendere, parti con il piede giusto.

Affidati al tuo consulente immobiliare di fiducia che effettuerà la più probabile valutazione di mercato del tuo immobile e con un corretto progetto di vendita, un adeguato piano marketing ed i migliori consigli per una vendita ponderata, ti seguirà nel delicato percorso evitandoti spiacevoli sorprese ma soprattutto aiutandoti a vendere senza svendere.

Nella nostra Agenzia Immobiliare, grazie ad evoluti strumenti di stima e comparazione prezzi dell’effettivo compravenduto, effettuiamo VALUTAZIONI IMMOBILIARI ragionate e realistiche, per aiutarti a capire il reale valore del bene ed i tempi di vendita, evitandoti così di vendere più tardi abbassando notevolmente il prezzo.

Non siamo interessati ad ottenere incarichi per immobili che poi rimangono invenduti o non locati.

Clicca su questa scritta ed effettua ora la STIMA REALE di casa tua!

Vuoi VENDERE la tua CASA in senza SVENDERE?

Clicca qui e contattaci per una consulenza dedicata

Paolo Antonelli & Matteo Nencioni

Siamo Paolo Antonelli e Matteo Nencioni, amici, imprenditori, agenti immobiliari. Da anni cooperiamo per aiutare le famiglie nel percorso più importante della vita: quello della compra-vendita immobiliare. Curiamo tutto in prima persona: serietà, impegno, umanità e dedizione sono i valori che più ci contraddistinguono. Se anche tu vuoi vendere una casa senza svendere, nella provincia di Pisa, contattaci per una consulenza dedicata: tel . 0587 488136 – agenzia@immobiliarenencioni.it


SPAZI POST COVID

Published by:

COSA E’ CAMBIATO E COSA CAMBIERA’ NELL’ABITARE? NE ABBIAMO PARLATO CON GLI ARCHITETTI DESIGNER DI DAINELLI STUDIO.

In questo periodo tutti ci siamo trovati a “restare in casa” per un periodo lungo. Non chiusi in casa ma sicuri in casa.

Certo ci si abitua, si trovano idee per passare la giornata, tra lavoro in smart-working, faccende domestiche e palestra fai da te. Abbiamo riflettuto molto, organizzato e ripensato la nostra casa e gli spazi di essa, rendendola più funzionale possibile ai nostri bisogni quotidiani.

Ma come e cosa cambierà nel modo di abitare, di co-abitare e nel modo di concepire la casa?

Ci siamo posti queste ed altre interessanti domande e cerchiamo di proporre delle soluzioni, delle idee, ovviamente in base alle personali esigenze.

Per questo ho voluto parlarne personalmente con Marzia Dainelli di DainelliStudio (www.dainellistudio.it) per capire cosa potrà cambiare nel modo di abitare ma sopratutto nel modo di concepire una casa, a seguito di questa emergenza sanitaria globale.

INTERVISTA ALL’ARCH. MARZIA DAINELLI

Chi è Dainelli Studio?

Dainelli Studio viene fondato nel 2007 da Leonardo e Marzia Dainelli, coppia di designer e architetti specializzati rispettivamente nel design di prodotto e nell’interior design.

Lo studio – con sede a Milano e Pisa – realizza progetti di interior per spazi pubblici e privati ed ha all’attivo collaborazioni con prestigiose aziende del mondo dell’arredo tra cui: Arketipo, Fendi Casa, Fiam, Frag, Fratelli Boffi, Gallotti&Radice, Giorgetti, Lema, Londonart, Mogg e Porada.

La continua ricerca estetica e formale, tratto distintivo di Dainelli Studio, si concretizza in un design ricercato, attento alle proporzioni, all’armonia tra forme, colori, ­­­­­materiali e finiture.

Ogni progetto, infatti, porta con sé una profonda cultura progettuale unita alla conoscenza delle tecniche e dei processi produttivi industriali ed artigianali.

Che caratteristiche deve avere “la casa di oggi”

Deve farci sentire “A Casa”, credimi non è così scontato!

Questo significa che devi un po’ conoscere le persone che ci abiteranno, capire cosa vogliono, cosa non gli piace, insomma aiutarli a tradurre un pensiero, a volte confuso, nella realizzazione delle loro idee.

Proposte, suggestioni, e a volte qualche NO, aiuta il committente a mantenere una linea invisibile ma coerente, che solo il professionista può cogliere per arrivare ad avere la casa che avevano sognato.

Cosa cambierà nel modo di abitare la casa?

Fino a poco tempo fa pensavamo che la casa potesse essere solamente il luogo dove ritrovare la famiglia, gli amici e tutto ciò che ruota intorno alla sfera personale.

Oggi crediamo possa diventare un luogo più trasversale, dove permangono tutti gli aspetti familiari e sociali ma con la possibilità di intersecarsi con spazi multifunzionali.

Un luogo dove “portare dentro” anche azioni e momenti della quotidianità che pensavamo relegati agli spazi lavorativi.

Come possiamo ripensare agli spazi abitativi della nostra casa?

Adesso che abbiamo tutti “provato” la permanenza in casa per un lungo periodo, credo ci possa essere chiaro ciò di cui avremmo bisogno.

Mettendo in luce queste esigenze il professionista può creare un progetto “ad hoc”. Il progetto di spazi abitativi non può prescindere da chi lo abita, deve essere completamente “su misura”.

Come cambierà il modo di progettare post Covid?

Dovremo quindi tener conto di questi aspetti e cercare di creare degli “spazi neutri”, aree che possano un po’ cambiare in base alle esigenze sia del singolo individuo che abita la casa, sia in base a delle esigenze che potrebbero cambiare nel tempo.

Qual è la stanza a cui oggi dedichi ancor più attenzione quando progetti?

Credo sia quella di chi la abita.

Mi spiego meglio. A me piace capire “chi ci abiterà” per potergli realizzare un progetto dedicato, come un vestito su misura.

Un po’ di psicologia, in questo caso, non guasta!

Ogni famiglia ha le proprie abitudini, le proprie priorità ed anche le proprie fantasie: l’architetto dovrebbe aiutarle a realizzarle nello spazio che preferisce.

Mi piace molto il tuo modo di progettare, il tuo stile e “l’arte del recupero” che applichi ai progetti.

E’ proprio questa la situazione: una casa deve poter “raccontare” il suo vissuto e quello di chi lo abita.

Il progetto di ristrutturazione dovrebbe tener conto delle nuove esigenze di chi lo abiterà, senza perdere la propria storia, ma anzi enfatizzandola.

E’ bello anche ritrovare alcuni pezzi, alcuni ricordi della nostra vita, magari dandogli una nuova veste.

Qual è il “pezzo di design” che non dovrebbe assolutamente mancare in una casa?

Sicuramente la luce artificiale: penso che un oggetto come una luce (lampada da appoggio, applique o lampadario) sia uno tra i più importanti elementi che distinguano una casa.

Posizionati nel modo corretto ci aiutano a creare un’atmosfera di relax e di accoglienza, nel tempo che di solito – emergenza a parte – viviamo maggiormente in casa.

Qual è il colore per gli interni di tendenza quest’anno?

Senza dubbio il BLU, declinato in tantissime sfumature: dall’azzurro polvere al navy.

Chi è il tuo architetto preferito?

Tra i designers sicuramente Giò Ponti, gli anni 50 sono tra i miei preferiti…

Avrei voluto vivere in quegli anni, c’era una continua scoperta di nuove soluzioni d’arredo e di proposte abitative. Sono gli anni di scoperta del design industriale, di tecniche innovative e l’architetto poteva progettare la casa dalla suddivisione degli spazi interni, ai mobili fino alla decorazione.

Amo molto anche il modernariato americano, che possiamo scoprire nei progetti delle ville di Frank Lloyd Wright per citarne uno tra i più famosi.

In Italia, purtroppo, non è così diffusa la “cultura dell’architetto”. Perché secondo te?

In generale credo sia un problema culturale, e si allarga a tante professioni…a noi italiani ci piace fare “ il dottore” , l’avvocato” e persino il “mister” delle squadre sportive! 🙂

Sicuramente per le professioni creative è anche più facile, non essendoci regole oggettive, sentirsi in grado di poter fare un progetto. La maggior parte delle volte sembrerebbe trattarsi di regole solo soggettive, direi che non è assolutamente così!

Sono convinta che, chi prova la collaborazione con il giusto professionista, possa percepirne palesemente la differenza!

* * *

Spero che questa intervista ti sia stata utile per riflettere, per pensare e ripensare alla tua attuale abitazione. La casa, complice questo periodo di stop forzato, ha acquistato maggior importanza nella nostra vita e sarà, anche in futuro, il bene rifugio più importante per gli italiani.

Matteo Nencioni

(P.S. Se l’articolo ti è piaciuto condividilo anche tu sui social!)

Sono Matteo Nencioni, agente immobiliare, consulente, imprenditore. Se anche tu stai pensando di vendere o acquistare una nuova casa nella provincia di Pisa, clicca sulla scritta e contattami ora!

Siamo Matteo Nencioni e Paolo Antonelli, soci, colleghi, imprenditori e amici da oltre 25 anni. Operiamo nella provincia di Pisa e siamo disponibili inoltre per consulenze personalizzate in tutta Italia.
Contatti: 0587 488136agenzia@immobiliarenencioni.it

CERCARE CASA DA CASA, IN TEMPI DI COVID-19.

Published by:

LA QUARANTENA TI HA FATTO RIFLETTERE SUGLI SPAZI ABITATIVI? SEDIAMOCI AD UN TAVOLO VIRTUALE E PIANIFICHIAMO, INSIEME, LA RICERCA DELLA TUA PROSSIMA CASA.

ECCO I MIEI CONSIGLI PER INIZIARE A CERCARE CASA DA CASA, AI TEMPI DEL COVID-19

Sono estremamente convito che tutto, presto,  passerà. Magari gradualmente, con le opportune cautele, con ogni accorgimento necessario. Ma passerà.

Quello che non manca e non mancherà sarà l’ottimismo da parte delle persone. E la voglia di rimettersi in gioco, la voglia di rinnovarsi e ripartire.

A cominciare dalla casa.

La casa, fino ad oggi, era il rifugio dove ritrovare la propria dimensione dopo un’intera giornata di lavoro, di impegni o di studi.

Ora si è improvvisamente trasformata, complice l’improvvisa emergenza sanitaria, in qualcosa di multifunzionale, dove si concentra inevitabilmente la vita: è il luogo dove si studia, si lavora, ci si allena e ci si rilassa con la propria famiglia ogni giorno.

Casa è “famiglia” e deve rispecchiare le esigenze di tutti i componenti.

Mai come in questo momento la CASA assume un ruolo centrale nella nostra esistenza. Questo periodo ci è in qualche modo stato utile, ci ha fatto riflettere insegnandoci l’essenza più profonda della casa, intesa come luogo di vita e condivisione.

Non è più solo il luogo dove si torna per dormire, la casa è tutto. Molti di noi hanno imparato a cucinare ad esempio, altri hanno iniziato a suonare uno strumento, altri ancora hanno preso dimestichezza con la tecnologia e inventato un angolo studio.

Insomma ci siamo adattati e abituati a questo nuovo modo di abitare ed abbiamo compreso ciò di cui abbiamo davvero bisogno.

La CASA ha assunto un ruolo centrale nella nostra vita.

Oggi, più che mai, abbiamo capito esattamente di che cosa non possiamo fare proprio a meno, in termini di spazi abitativi.

I verbi abitare e vivere hanno assunto un significato diverso.

<< Ciò che investiamo nella casa lo investiamo nella qualità della nostra vita (Cit. Gian Luigi Sarzano) >>

La quarantena ha evidenziato pregi e difetti delle abitazioni. In questo delicato periodo infatti, molte persone hanno iniziato a riflettere ad una nuova soluzione abitativa, all’importanza degli spazi interni ed esterni, alla fortuna di possedere un balcone, una terrazza o un giardino privato.

Tutti in un’unica direzione: la qualità.

Qualità del modo di vivere, qualità del modo di abitare.

Se anche tu stai iniziando a pensare ad una nuova abitazione, magari ad un po’ di spazio in più oppure ad balcone o ad un piccolo giardino che adesso ti manca, questo è il momento giusto per farlo! Hai tempo per progettare, per pianificare, per documentarti e per prepararti. Hai tempo per parlarne in famiglia e orientarti verso una scelta di qualità.

Oggi puoi costruire le fondamenta che ti semplificheranno enormemente la ricerca, una volta che saremo tornati alla normalità.

Inoltre anche noi agenti immobiliari abbiamo più tempo a disposizione da dedicarti, magari per una consulenza telefonica in tranquillità oppure per una video-call con tutta la tua famiglia al completo.

Possiamo metterci seduti ad un tavolo virtuale e iniziare, insieme, a progettare il percorso di ricerca.

In questo articolo voglio darti alcuni preziosi consigli e una traccia da seguire per iniziare a cercare casa da casa, perché sono sicuro che anche tu, oggi, stai riflettendo sulla qualità del futuro.

Casa dolce Casa, oggi più che mai…

Ecco i 5 CONSIGLI per pianificare la tua RICERCA da CASA!

#1 – DEFINISCI GLI SPAZI

Fai chiarezza su che tipo di vivibilità dovrà avere il nuovo l’alloggio, quale metratura ti è indispensabile per vivere al meglio, se ti è utile una stanza pluriuso per studiare, suonare, allenarti…insomma per dar finalmente vita ai tuoi hobby.

Inoltre valuta la grandezza dovrà avere la zona giorno, l’esposizione e se è fondamentale un balcone, una terrazza, una loggia o un giardino. Lo spazio esterno è diventato prezioso!

Più fai chiarezza oggi più sarà semplice la ricerca domani.

#2 – SCEGLI LA ZONA

L’ubicazione è un fattore fortemente influente sulla scelta della tua futura casa. Su questo devi aver le idee chiare sin da subito.

In quale zona/quartiere della tua città vorresti fosse ubicata la casa che stai cercando?

Pensa alle tue priorità e alle esigenze della tua famiglia in relazione al luogo dove vorrai abitare. Inizia a pensarci.

#3 – STABILISCI IL BUDGET

Capire esattamente oggi qual è la cifra massima che si può o si vuol dedicare alla prossima casa, ti permetterà di iniziare la ricerca, evitando appuntamenti inutili o inconcludenti.

Inizia a svuotare il salvadanaio di famiglia per capire quanti risparmi puoi dedicare al prossimo investimento. E se ti serve o meno un mutuo.

Se ti servisse un mutuo, questo è il momento migliore per due motivi!

  1. I tassi hanno raggiunto i minimi storici e, complice il periodo, sono scesi ancora! Quindi i soldi “costano poco” e ciò ti consentirà quindi di investire qualcosa in più nell’acquisto con una rata più contenuta rispetto a qualche anno fa;
  2. I consulenti del credito sono a tua disposizione e hanno più tempo da dedicarti; ad esempio puoi optare per una consulenza telefonica con un broker di intermediazione creditizia e farti preparare un preventivo comodamente dal tuo divano di casa.

Approfitta di questa situazione che non durerà per sempre!

Se stai pensando ad una soluzione in AFFITTO invece, tieni presente che servono almeno due mensilità a cauzione, oltre al mese corrente e ad altre garanzie, per iniziare ad abitare con un contratto in locazione.

#4 – DEFINISCI I TEMPI

Quando vorresti andare ad abitare nella nuova casa? Devi prima vendere la tua abitazione attuale? Stabilire le tempistiche per l’acquisto ti aiuterà anche nella ricerca.

Ne dovrai tenere di conto quando sceglierai le case da visionare, magari parlandone sin da subito con il tuo agente immobiliare di fiducia.

#5 – SCEGLI IL CONSULENTE

Cercare casa da solo può farti correre molti rischi, la burocrazia è sempre più complessa e i rischi sono sempre dietro l’angolo. Il supporto di un agente immobiliare professionista ti semplificherà enormemente la ricerca, ti tutelerà e coordinerà tutte le fasi della compravendita.

Usa questo tempo per spulciare i siti internet delle agenzie immobiliari ma soprattutto per scegliere il professionista al quale ti vorrai affidare, perché le agenzie immobiliari non sono tutte uguali ahimè.

Un buon consiglio che posso darti è quello di cercare on line referenze dell’agenzia immobiliare come, ad esempio, le recensioni Google lasciate da altri clienti.

* * *

Insomma, oggi più che mai puoi davvero spendere bene il tempo che hai a disposizione iniziando a pianificare, comodamente da casa, il futuro della tua famiglia e la qualità della vita. Partendo dalla casa.

Se stai pensando di cambiare casa o vuoi semplicemente fare delle valutazioni ad alta voce, contattaci ora. Approfittane, siamo disponibili per consulenze in modalità smart-working ed abbiamo più tempo per te.

>>> CLICCA QUI E PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA

Approfittane ora, avvantaggiati sul futuro!

Matteo Nencioni

P.S. – Lo so, starai pensando che le case vanno viste fisicamente, altrimenti diventa difficile sceglierle e comprarle. Sono d’accordo! Pienamente d’accordo… Ma ricorda che pianificare oggi ti semplificherà enormemente la ricerca domani. Domani quando sarà tutto normale. Perchè andrà tutto bene, ne sono certo! Buona casa 🙂

Siamo MATTEO NENCIONI e PAOLO ANTONELLI, agenti immobiliari, imprenditori, amici. Se anche Tu desideri una consulenza personalizzata contattaci adesso: 329/8704239 347/1974595agenzia@immobiliarenencioni.it