CONTATTAMI

Chi siamo 2

 Matteo Nencioni

Via Papa Giovanni XXIII, n° 17

Loc. Oltrarno – Calcinaia (PI)

P.IVA 01983800507    REA PI-171087

  

Contatti:
Tel.: 0587 488136
Cell.: 329 8704239
Mail: matteo@immobiliarenencioni.it
Fax: 0587 488136

  

Orari di ufficio:
Dal Lunedì al Venerdì > 9:00 – 13:00 / 15:30 – 19:30
Sabato mattina > 9:30 – 12:30 (gradito appuntamento)

14 thoughts on “CONTATTAMI

  1. cristiano

    ho accettato una proposta d’acquisto per la vendita del mio immobile, con rogito al 30/11. Nella proposta non ci sono vincoli sospensivi, come per esempio l’ottenimento del mutuo da parte dell’acquirente. L’acquirente ha rilasciato nelle mani dell’intermediario un assegno di 5000 euro, che lo stesso ha trattenuto in agenzia. ora vengo a sapere che non verrà concesso il mutuo al mio acquirente. Quindi la vendita del mio immobile non andrà a buon fine. L’agenzia è tenuta a consegnarmi l’assegno in suo possesso?
    Grazie
    Cordiali saluti
    Cristiano

    1. Matteo Nencioni

      Gentile Cristiano,
      Da quello che mi scrive la proposta di acquisto non è sottoposta ad alcuna CONDIZIONE SOSPENSIVA riguardo il rilascio del mutuo da parte dell’istituto di credito. Al fine di fornirle una risposta più esaustiva dovrei leggere attentamente la scrittura che ha firmato. Nella proposta di acquisto ci sarà sicuramente specificato tutto ciò che riguarda i pagamenti ma soprattutto se l’assegno (a Lei intestato) le verrà consegnato entro una certa data o se rimane in deposito fiduciario presso l’agenzia immobiliare: in tal caso ci deve essere il suo espresso consenso.

  2. Maria Grazia Novasconi

    Sono M Grazia mio figlio ha stipulato una proposta d’aacquisto per un immobile nel quale si precisava che al compromesso si doveva versare una cifra è che enatrro il 31.12 si sarebbe proceduto al rogito. Il compromesso non si è mai stipulato e per colpa del venditore anche il rogito e’ saltato. Ora il rogito era confermato per il 4.1.2019. In ritardo quindi sono state fatte le planimetrie e tutti i documenti previsti. Mio figlio non potendo visionare tali documenti ha rifiutato di proseguire l’acquisto. L’agenziaora Per mancata vendita ci addebitera’ una penale tutto ciò e’ regolare? Gradirei avere un riscontro in tempi ravvicinati e nel ringraziare porgo i miei ossequi.

    M.Grazia

    1. Matteo Nencioni

      Gentile Maria Grazia,
      Al fine di risponderle al meglio dovrei leggere bene tutti i documenti (proposta compromesso ecc ecc…) per capire bene ciò che avete scritto.
      Il mio consiglio è quello di rivolgervi ad un legale per tutte informazioni a riguardo e capire inadempienza.
      Nel caso vi trovaste d’accordo invece per la stipula del rogito, non dimenticatevi di mandare alla parte venditrice raccomandata A/R o telegramma di convocazione all’atto.
      Inoltre, altro consiglio, fate VERIFICARE la conformità urbanistica/edilizia e catastale del bene in contratto ad un vostro tecnico di fiducia, prima di procedere con l’acquisto. E’ molto importante questo passaggio.

      Spero, in qualche modo, di esserle stato d’aiuto.

      Un caro saluto.

  3. Roberto Rossi

    Gentile geometra Nencioni,

    ho accettato la proposta di acquisto per il mio immobile, nonostante non avessi ancora trovato da comprare, convinto dall’agenzia che aveva almeno quattro possibilità in “fase di chiusura” che da li a pochi giorni mi avrebbe portato. Questo due mesi fa. Ora mi trovo in vista del compromesso (31 Maggio) e temendo di restare senza un tetto sarei tentato di recedere dalla proposta. Considerando che l’agenzia non mi ha mai consegnato l’assegno di caparra da 6000 euro, per aspettare che ci fosse l’ok dalla banca per l’acquirente (questo sembra sia avvenuto un mese fa) se dovessi recedere dovrei comunque dare al potenziale acquirente ulteriori 6000 euro in più rispetto all’assegno che non è mai entrato nelle mie disponibilità perchè ancora presso l’agenzia? Nella mia testa la soluzione migliore, per evitare di incorrere in beghe legali a tre (io, l’acquirente e l’agenzia che ha trattenuto la caparre) potrebbe essere un’accordo tra le parti che chiuda con un rimborso spese verso il potenziale acquirente. La ringrazio per la sua risposta.

    1. Matteo Nencioni

      Gentile Roberto,
      Per consigliarla al meglio sarebbe opportuno leggere la proposta di acquisto che ha sottoscritto, capire se si tratta di caparra confirmatoria o caparra penitenziale, capire se è già considerata caparra o se lo diventava al momento dell’avverarsi della condizione sospensiva (mutuo). Un consiglio che le posso dare in questa fase, è quello di sedervi a tavolino tutti insieme, spiegare le sue paure agli acquirenti ed all’agente immobiliare, di “non ritrovare un’altra casa” in quei tempi, chiedendo magari una proroga della data prevista per perfezionare il tutto con l’atto definitivo di trasferimento. Per quanto riguarda le domande tecniche la invito a rivolgersi ad un legale di sua fiducia per capire il da farsi nel caso in cui decidesse di tirarsi indietro. Un caro saluto. Matteo

  4. Silvia

    Buongiorno, a luglio ho stipulato contratto di vendita del mio immobile, con data di rogito entro il 31/10. Ho dovuto chiedere agli inquilini in affitto di uscire dalla abitazione entro il 30 settembre.
    Ad oggi, non ho una data di rogito, e l’agente pretende il pagamento dell’intero importo . Posso rifiutare, visto che non so se andrà a buon fine?
    Grazie

    1. Matteo Nencioni

      Gentile Silvia, per poterla consigliare al meglio dovrei leggere il contratto e le clausole che hai sottoscritto. Il mio consiglio è quello di contattare telefonicamente l’agente e/o i Clienti per conoscere data dell’atto; nel caso fosse necessario la invito ad di inviare una lettera raccomandata A/R o un telegramma chiedendo di comunicarvi quanto prima la data decisa per il rogito definitivo.

  5. Stefano

    Buongiorno, ero interessato ad un appartamento ma purtroppo lo stesso era stato bloccato da un altro acquirente, il quale aveva lasciato all’agenzia €. 5.000, a titolo di caparra, per poter effettuare il rogito dopo circa tre mesi. Passati i tre mesi ho saputo che quella trattativa non è andata in porto, infatti l’appartamento è stato rimesso in vendita. E’ vero che le € 5.000 di caparra perse dal precedente acquirente vengono decurtate da successivo acquirente in questo caso io se fossi interessato all’acquisto ?

  6. Antonio Bellocco

    Buonasera.
    Mia figlia ha firmato una proposta per l’acquisto di un appartamento presso un agenzia immobiliare, con la clausola legata all’ottenimento del mutuo.
    Il mutuo è stato accordato dalla banca.
    Sulla proposta accettata dalla parte venditrice, e firmata da mia figlia, ho notato che non è specificata la percentuale delle sue provvigioni, al posto della percentuale è scritto “Da definire”
    Se mia figlia non fosse d’accordo alla percentuale richiesta dall’agenzia, può tirarsi indietro?
    Non ha ancora effettuato il rogito, ma tutto è pronto.
    L’agente ha palesato verbalmente con un mezzo sorriso il 4% ma nulla per iscritto.
    Che cosa posso fare?
    Grazie

    1. Matteo Nencioni

      Salve, la provvigione è da pattuirsi mediante un accordo tra agente e cliente. Meglio se l’accordo viene scritto così sarà ineccepibile per entrambi. A quanto leggo l’affare è già concluso quindi l’agente ha diritto alla provvigione. Le consiglio di parlarne personalmente e trovare un punto di incontro. Saluti. Matteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *