L’HOME STAGING PER VENDERE CASA.

Published by:

CHE COSA E’ L’HOME STAGING E COME PUO’ AIUTARTI NELLA VENDITA DELLA CASA? NE PARLIAMO CON FRANCESCA GRECO DI HOME|PHILOSOPHY.

L’Home Staging è uno strumento di marketing indispensabile per valorizzare al massimo una casa in vendita o in affitto e farla emergere, rispetto alle altre, nel mercato immobiliare.

E’ uno strumento potentissimo che ti farà ottenere ottimi risultati; nella nostra agenzia immobiliare ne facciamo uso da anni, anzi è oramai uno strumento indispensabile.

Ma questa volta non intendo parlarvi in prima persona ma ho voluto fare qualche domanda ad una assoluta professionista del settore.

Per questo ho incontrato personalmente Francesca Greco di Home |Philosophy Milano  e suo marito Gabrio.

Leggi subito l’intervista qui di seguito.

INTERVISTA A FRANCESCA GRECO DI HOME PHILOSOPHY MILANO

Ciao Francesca, parlami di te… di che cosa ti occupi?

Sono nel mondo della mediazione immobiliare dal 2005, sono esperta di marketing immobiliare e di marketing emotivo applicato.

Nel 2015 ho creato insieme a mio marito Gabrio Terribile, agente immobiliare, HOME|Philosophy Real Estate, la prima agenzia immobiliare in Italia ad inserire tra i suoi servizi l’home staging su tutti gli immobili presi in gestione dalla nostra societa di intermediazione.

Sempre nel 2015 HOME|Philosophy ha iniziato ad occuparsi di formazione con la sezione Academy. Abbiamo deciso di condividere la nostra esperienza e di proporre corsi di formazione che si differenziano per la loro qualità e l’eccellenza dei nostri formatori, esponenti nel panorama nazionale nel Real Estate, nella comunicazione, nella fotografia, nell’interior e nell’home-staging.

Ad oggi abbiamo tenuto piu di 140 corsi, accogliendo oltre 1100 corsisti nella nostra Academy.

Il nostro corso di Home staging e l’unico in Italia ad essere stato approvato ed accreditato dalla IAHSP® e dalla IAHSP® EUROPE.

La nostra Academy e consigliata e raccomandata da Barb Schwarz, la creatrice dell’home staging, nostra continua fonte di ispirazione e mentore.

Il nostro corso di Home staging e accreditato dall’Ordine degli Architetti di Milano.

Sono Regional Manager per l’Italia della IAHSP® Europe e socio fondatore e Presidente eletto di Assostaging, unica associazione in Italia di Home staging aderente ad un sistema confederale qual e Confcommercio.

Che cosa è l’home staging?

Ogni CASA e unica. Ogni PERSONA e unica.

Partendo da questi valori, abbiamo messo al centro del processo di marketing degli immobili che ci vengono affidati l’home staging.

L’home staging è uno strumento di comunicazione e per noi e il requisito principale per far sì che l’annuncio dell’immobile sia efficace e attrattivo rispetto a tutti gli altri. Non solo: l’home staging crea un impatto emozionale anche durante il momento della visita, coinvolgendo tutti i sensi e dando coerenza a quanto visto sul web.

Ogni immobile che trattiamo e oggetto di studio: analizziamo il contesto, i punti di forza e di debolezza, le opportunità, ipotizziamo il profilo dei possibili acquirenti e a quel punto si comincia a creare l’ambiente perfetto, grazie alle tecniche di home staging.

L’idea progettuale tiene sempre conto del coinvolgimento emotivo di chi cerca casa e lo fa attraverso la ricerca di armonia, luce ed equilibrio che porti a una sensazione di benessere.

In che modo l’home-staging aiuta i Clienti a massimizzare la vendita?

“Grazie all’Home Staging potrai vendere il tuo immobile prima e ad un prezzo più alto”.

Questa è la magica formula in cui spesso e volentieri ci si imbatte quando, per la prima volta, viene presentato l’home staging.

Un fondo di verità c’è, ma non è esattamente quello che si percepisce a primo impatto con questo slogan. L’esperienza che ci ha portato ad investire sull’home staging, in Agenzia prima e nell’Academy poi, veniva da un’analisi più approfondita e una ricerca delle origini di questo magnifico strumento di comunicazione e di marketing immobiliare creato dal genio di Barb Schwarz nel 1972.

Francesca, Barb e Gabrio

Valorizzare le potenzialità di un prodotto significa esaltarne i suoi punti di forza, significa prendersi cura anche dei più piccoli dettagli affinché diventino oggetto di attenzione da parte del cliente. Le criticità di un immobile non vengono nascoste ma attraverso la cura dei punti di forza acquisiranno “un peso” diverso agli occhi del visitatore.

Perché l’home staging non è un costo bensì un investimento?

Ti rispondo riportandoti con enorme piacere una massima della nostra Barb Schwarz, creatrice dell’home staging e mia mentore:

DUE COSE SERVONO PER VENDERE UNA CASA: IL GIUSTO PREZZO E L’HOME STAGING.”

Ed e su questo singolo concetto che Barb ha costruito la propria fortuna, avendo capito che “il valore dell’home staging supera il valore del primo ribasso.”

Semplice matematica: l’home staging costa meno del primo ribasso del prezzo se l’immobile rimane invenduto.

Per chiarire ancora di più, non e che si vende a un prezzo più alto del reale valore, si ottiene esattamente quello che vale e non un euro di meno.

“Il Bello chiama il bello” … spiegaci meglio questo concetto.

Attraverso il nostro lavoro portiamo bellezza.
Bellezza nella casa, bellezza nella vita dei nostri Clienti.

Credo fortemente nel fatto che

“’l’Home Staging si prende cura delle persone, la casa e solo una scusa per farlo.”

Attraverso l’home staging siamo in grado di valorizzare un immobile, attirando a se clienti qualificati che possano fornire le migliori garanzie alla proprietà.

Dire che l’home staging funziona è limitativo, rispetto alla bellezza che crea. Per questo sono sempre più convinta di perseguire quell’ispirazione di qualche anno fa, perché, come mi piace sempre dire, “il bello chiama il bello”.

Come possiamo far comprendere ai nostri Clienti che l’home-staging è indispensabile?

Facendogli comprendere che l’home staging e uno strumento di marketing e di comunicazione immobiliare, strategico nel processo di vendita e di locazione, che sta assumendo un’importanza sempre più rilevante nel mercato attuale.

Si deve mettere al centro il cliente prima ancora dell’immobile ed occorrono competenze trasversali molto articolate ed un continuo aggiornamento.

Servono attenzione, creatività, rispetto, senso pratico, un grande equilibrio tra le esigenze della proprietà e le aspettative di chi cerca l’immobile.

Comprendere che le Case che si presentano meglio, corredate a sua volta da servizi fotografici professionali, attirano più potenziali acquirenti rispetto ad annunci che presentano l’immobile così come si trova con foto fatte al volo, e quanto di più intuitivo e semplice da comprendere.

Come vedi gli agenti immobiliari del futuro?

Ti rispondo parlando degli agenti immobiliari di oggi.
Quelli che hanno provato l’home staging e l’hanno inserito nel trattamento di marketing degli immobili in portafoglio, non tornano indietro.

La missione di ogni home stager dovrebbe essere quella di seminare bellezza, costruire relazioni, offrire un servizio straordinario, contagiare l’entusiasmo, portare gioia ad ogni persona che si incontra

In una parola: ispirare.

Cos’è per te l’innovazione?

Guardare oltre, cogliere e accogliere le novità, studiare, formarsi, saper ascoltare per poter offrire ai nostri clienti il meglio, per soddisfare le loro esigenze ed aspettative, mettendoci cuore e testa sempre.

Guardare oltre mettendoci cuore e testa sempre.

___________________________

Grazie a Francesca per aver risposto in maniera precisa ed efficace alle mie domande, è stato davvero un piacere incontrarvi, condividere esperienze, parlare di home staging, di case e di noi.

Io con Francesca e Gabrio nel loro studio

Seminare bellezza” queste parole – insieme – hanno un suono bellissimo e mi hanno colpito in maniera particolare.

E Francesca, con il suo modo di essere, ha seminato bellezza. Anche in questa intervista.

(PS. Nella nostra agenzia immobiliare ci avvaliamo, con esclusiva di zona, dell’operato della home stager Sara Bonanni, proveniente dall’Academy di Home|Philosophy di Francesca Greco)

P.P.S – Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social o invialo ad un amico che non riesce a vendere casa: seminare bellezza e condividerla è il miglior modo di aiutare le Persone.

____________________________

Sono MATTEO NENCIONI imprenditore, agente immobiliare. Se non riesci a vendere il tuo immobile e desideri una consulenza personalizzata, contattami: 0587 488136 – matteo@immobiliarenencioni.it

Matteo Nencioni – Imprenditore – Agente Immobiliare

FOTO PROFESSIONALI NEGLI ANNUNCI IMMOBILIARI.

Published by:

L’IMPORTANZA DELLE FOTOGRAFIE PROFESSIONALI NEGLI ANNUNCI PUBBLICITARI DELLE AGENZIE IMMOBILIARI

La fotografia d’interni per gli annunci delle agenzie immobiliari, un tema molto caldo e di largo interesse, non solo per gli addetti ai lavori.

In tanti mi avete scritto, soprattutto su instagram, chiedendomi di scrivere qualcosa a riguardo.

E infatti eccomi qua!

Sono sempre stato un forte sostenitore di foto professionali per presentare al top le abitazioni che trattiamo nella nostra agenzia immobiliare. La fotografia è il primo biglietto da visita e deve essere perfetta oltre che realistica.

Ma per approfondire il tema ho pensato di chiederlo direttamente ad uno dei nostri fotografi ufficiali: Raffaello Terreni del team Dreamatic (www.dreamatic.it).

Perchè è importante usare foto professionali negli annunci immobiliari?

“Un’immagine vale più di mille parole”, mai espressione proverbiale fu più azzeccata, è il caso di dirlo.

Facciamo una premessa importante; il termine “fotografia” deriva dalle parole greche “luce” e “scrittura”, ovvero “scrittura con la luce”.

Considerando che al giorno d’oggi siamo bombardati da immagini di ogni tipo, ricordare l’origine della “fotografia” è fondamentale.

uno scatto professionale di Raffaello

Ci aiuta a capire che, così come ci preoccupiamo di scrivere in una forma corretta ed eloquente allo stesso modo dobbiamo curare le immagini che andiamo a realizzare e proporre.

Perché questo? Perché vi sono molti studi che affermano che l’acquisizione sensoriale di una persona è ripartita tra i 5 sensi nel modo seguente:

  • Tatto: 3%
  • Olfatto: 3%
  • Gusto: 3%
  • Udito: 13%
  • Vista: 78%

E’ vero, la vista comprende anche la lettura non c’è dubbio, ma è importante anche sapere che l’81% delle persone sfoglia, spesso con disattenzione, solo i contenuti letti online e di questi:

  • Il 20% ricorda ciò che ha letto;
  • L’80% ricorda le cose che vede.

Le cose che vede, non le cose che legge.

Va da sé, quindi, che una buona fotografia, pulita, curata e ben realizzata riesce a comunicare più delle molte parole a corredo, magari, di un annuncio immobiliare.

Sì, perché quando si parla di fotografia non necessariamente dobbiamo pensare solo ai grandi fotografi, ma anche agli scatti che facciamo tutti i giorni.

altro scatto professionale di Raffaello

E sì, vale anche per gli scatti eseguiti con lo smartphone!

Ci sono regole e tecniche che devono essere conosciute  ed a cui deve essere fatto riferimento per creare immagini efficaci, ma la macchina fotografica è solo un mezzo, non è lei a fare lo scatto.

Naturalmente, attrezzature migliori ci verranno in aiuto nella produzione di file migliori, ma non dimentichiamo che una foto può essere brutta o inefficace anche se scattata con migliaia di euro di attrezzatura.

Ed è proprio questo il motivo che rende indispensabile affidarsi a professionisti che siano in grado di interpretare il potenziale del soggetto che verrà ripreso e racchiuderlo nello scatto.

Riusciranno così a produrre immagini fedeli e comunicative, in grado di coinvolgere l’osservatore in modo efficace ed immediato.

E naturalmente a generare più interesse, più click, quindi più contatti per l’agenzia immobiliare, una volta on line.

____________________________

Ps. Spero che l’articolo ti sia piaciuto! Se vuoi condividilo sui tuoi social! Un ringraziamento al fotografo Raffaello Terreni per aver risposto alle nostre/vostre domande.

Sono MATTEO NENCIONI imprenditore, agente immobiliare, esperto in valorizzazione immobiliare. Se non riesci a vendere il tuo immobile e desideri una consulenza personalizzata per la valorizzazione immobiliare, contattami: 0587 488136 – matteo@immobiliarenencioni.it

Matteo Nencioni – Agente Immobiliare – Vice Presidente Fiaip PI

VENDERE CASA DA SOLI? FATEVI 10 DOMANDE.

Published by:

VUOI VENDERE CASA CON IL “FAI DA TE”?  PER FARLO RISPONDI “SI” A QUESTE 10 DOMANDE

Lo so, la provvigione è un costo… le spese sono tante… se solo riuscissi a risparmiare l’agenzia immobiliare e bla…bla…bla…

Stai pensando di venderti casa da solo? Prova a rispondere a queste semplici 10 domande.

Sono convinto che, al termine di questo simpatico questionario, ti ricrederai e capirai finalmente che la provvigione non è un costo, bensì un investimento per il tuo futuro.

Buona lettura! 😉

1° DOMANDA:
Sono in possesso di tutti i documenti?

Raccogliere il corredo documentale completo dell’abitazione da vendere, è fondamentale: devi verificare che tutti i documenti siano aggiornati, validi e completi.

Tutto ciò è fondamentale per evitare imprevisti ed essere pronti, sin da subito, ad affrontare serenamente un’eventuale trattativa o a firmare un contratto preliminare.

2° DOMANDA:
La casa è conforme?

Lo stato attuale dell’abitazione dovrà corrispondere esattamente a quanto rappresentato nei disegni del comune, del catasto, del genio civile.

Controllare lo stato di fatto dell’abitazione e confrontarlo con la documentazione urbanistica, catastale e strutturale esistente, prima di mettere in vendita la tua abitazione, è una precauzione per affrontare le trattative nella massima tranquillità.

Per legge l’immobile deve essere compravenduto conforme. Ricordati che il tecnico dell’acquirente controllerà e misurerà tutto a momento debito, ma potrebbe essere troppo tardi per sistemare/sanare il tutto…

Un consiglio spassionato: fai redigere una relazione tecnica di conformità integrata dal tuo tecnico di fiducia prima ancora di mettere la casa in vendita.

Un agente immobiliare professionale garantirà la tranquillità nelle trattative e una meticolosa assistenza tecnica e burocratica.

3° DOMANDA:
Sono capace di fare una corretta valutazione?

Il prezzo che ho scelto per la vendita è corretto? E’ in linea col mercato? Oppure ho effettuato una valutazione a sentimento?

Per stimare un’immobile esistono dei calcoli ben precisi. Scegliendo un prezzo di vendita in linea con gli attuali indici di mercato, ti consentirà di a vendere la tua casa in tempi ragionevoli evitando che “prenda la polvere”.

Non ci sarà utile conoscere il prezzo che ci ha consigliato il nostro amico al bar, neanche quanto dice di aver venduto la propria abitazione il vicino di casa e nemmeno quanto vai a leggere su internet…

Stimare è una cosa seria! E’ un lavoro. Servono dati certi (reali dati di mercato) una continua formazione, ed anni di esperienza necessari ad analizzare tali dati.

Servono le competenze di un agente immobiliare.

4° DOMANDA:
Riesco a valorizzare l’immagine della mia casa?

La tua casa, per emergere, deve distinguersi tra le numerose in vendita presenti oggi sul mercato.

I clienti non guardano solo al “prezzo conveniente” ma anche come l’immobile si presenta in generale ed il suo stato di manutenzione. L’immagine è il primo biglietto da visita.

In alcuni casi bastano anche piccoli accorgimenti, di carattere estetico, per far sì che un semplice interessamento possa trasformarsi in una concreta trattativa di acquisto.

Un buon professionista immobiliare deve aiutarti a valorizzare e proteggere l’immagine dell’immobile per far sì che non venga “sporcata” la sua reputazione sul web.

5° DOMANDA:
Sono in grado di dare visibilità alla mia casa?

Per attirare probabili acquirenti è necessario che il tuo immobile sia ben visibile sul web e nel mondo.

Serve sia un buon marketing passivo che un buon marketing attivo; è necessario avere a disposizione un piano pubblicitario specifico, ben studiato da un professionista specializzato, che ti consenta di dare adeguata visibilità alla casa.

La promozione effettuata da un professionista, oltre ad un’elevata visibilità, certifica la credibilità dell’immobile e la veridicità dei dati.

6° DOMANDA:
So presentare la mia abitazione agli acquirenti?

Per presentare una casa non basta descriverne le stanze.

Servono anni di esperienza, imparzialità da professionista e saper dosare accuratamente le parole quando si evidenziano i punti di forza ed i punti di obiezione. Servono conoscenze tecniche e ottime capacità comunicative.

Il proprietario che si improvvisa agente immobiliare e presenta, al probabile acquirente, la propria abitazione non avrà mai la solita credibilità di una figura imparziale come l’agente immobiliare, il quale, non avendo alcun conflitto di interesse, potrà agire senza favorire nessuna delle parti.

7° DOMANDA:
Riesco ad evitare appuntamenti inconcludenti?

Per selezionare bene i clienti interessati ed elevare al massimo la qualità degli appuntamenti di visita alla casa, sono utili azioni mirate ed analisi che solo l’agente immobiliare è in grado di fare, consentendo al proprietario di ricevere visite da parte di Clienti altamente profilati, evitando i cosidetti “turisti immobiliari”.

8° DOMANDA:
Riuscirò a negoziare la vendita?

Negoziare significa affrontare una vera e propria trattativa immobiliare con l’acquirente e, talvolta, con i professionisti che gravitano attorno a lui. Sei in grado di farlo da solo?

L’acquirente ha scelto di comprare casa tua e ti presenta un’offerta. Ti trovi nella delicata situazione di dover trovare un’intesa sul prezzo, prestando attenzione a non perdere soldi ma neanche l’occasione.

Farsi affiancare da un agente immobiliare in questi casi, significa affidarsi ad un professionista preparato anche alla negoziazione. Un professionista al tuo fianco.

 9° DOMANDA:
Sono in grado di firmare in tranquillità?

Quando si firma un preliminare di compravendita o una proposta di acquisto, bisogna avere l’assoluta certezza di capire bene tutto quello che si sta accettando e promettendo di vendere.

Improvvisarsi agenti immobiliari per risparmiare, in queste situazioni può costare caro. Molto più caro di una provvigione, te lo assicuro.

Affidarsi ad un agente immobiliare professionale è fondamentale quando si desidera affrontare in modo sereno il delicato percorso di compravendita.

La provvigione non è un costo ma un investimento

10° DOMANDA: Riesco a coordinare vendita e acquisto?

Riuscire a far coincidere la vendita della vecchia casa con l’acquisto della nuova casa, coordinare le tempistiche, il notaio, la tua banca, la banca dell’acquirente, i vari pagamenti, il geometra, le volture, il trasloco e tanti altri aspetti molto importanti, non è certo un gioco da ragazzi.

Affidarsi ad un buon agente immobiliare, che sia il “direttore d’orchestra” della compravendita, può coordinarti il tutto evitandoti stress e fatica.

TIRA LE CONCLUSIONI PER LA VENDITA FAI DA TE…

Se hai risposto SI a tutte le domande sovrastanti allora sei in grado di trattarti personalmente la casa da vendere. Sei pronto per la vendita “fai da te” e non hai bisogno di professionisti al tuo fianco.

Ma ne dubito.

Se hai risposto NO a tutte le domande oppure solo ad alcune, il mio consiglio è quello di affidarti ad un buon agente immobiliare che faccia per te tutto quanto sopra con la massima professionalità.

La provvigione non è un costo ma un investimento per dormire sonni tranquilli ed effettuare acquisti ponderati.

__________________________________________________________

Siamo Matteo Nencioni e Paolo Antonelli, imprenditori, amici ed agenti immobiliari professionisti. Da anni collaboriamo per aiutare le Persone a comprare e vendere casa. Se anche tu non sei riuscito a rispondere “SI” a tutte le domande sopra ed hai bisogno del supporto di un professionista, contattaci: matteo@immobiliarenencioni.it – paoloantonelli8@gmail.com

Paolo Antonelli – Matteo Nencioni

LA PROPOSTA DI ACQUISTO E’ UN COMPROMESSO?

Published by:

Che cosa è la PROPOSTA IRREVOCABILE DI ACQUISTO? Ma soprattutto… equivale a firmare un COMPROMESSO?

Molti clienti o lettori del Blog spesso mi hanno posto questa domanda.

La Proposta Irrevocabile di Acquisto è un Compromesso?

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza riguardo la proposta irrevocabile di acquisto immobiliare.

1

Dopo aver visitato più volte, con il vostro agente immobiliare di fiducia, una casa che vi piace, decidete di provare ad acquistarla.

E’ arrivato quindi il momento di formulare la vostra offerta in forma scritta, come previsto dalla legge, al vostro probabile venditore.

L’offerta si traduce nella firma di una scrittura privata che in gergo tecnico si chiama appunto proposta irrevocabile di acquistoche sarà predisposta dal vostro agente immobiliare di fiducia.

Con la firma della “proposta irrevocabile di acquisto” inizia quindi una veratrattativa”, proponendo appunto – alla parte venditrice – un prezzo e condizioni ben precise per l’acquisto dell’immobile. Per contro, la parte venditrice – informata dal vostro agente immobiliare di fiducia – potrà accettare, rifiutare o rinegoziare, il prezzo e le condizioni proposte.

Siamo ancora nella fase di trattativa.

Invece, con la firma per accettazione della proposta di acquisto, da parte della parte venditrice, e la conseguente firma di presa visione dell’accettazione del proponente – nei tempi e nelle scadenze previste dalla stessa proposta – nasce un rapporto giuridico tra le due parti (acquirente e venditore) che le vincola reciprocamente secondo legge.

Sostanzialmente il venditore si impegna, ma potremmo dire si obbliga a vendere l’immobile oggetto della proposta, e l’acquirente allo stesso titolo si obbliga ad acquistare l’immobile in questione, sia nel caso di deposito o versamento di una somma di denaro oppure no, a titolo di caparra. (vedi il mio articolo caparra confirmatoria e penitenziale).

Il rapporto giuridico è oramai in atto e vi sono gli stessi effetti giuridici di un contratto preliminare (compromesso)!

Tra le parti è nato quindi – ed è in pieno vigore – un vero e proprio rapporto giuridico con oneri ed obblighi per entrambe le parti, regolati dai dettami della proposta e dalla legge.

Per questi motivi la proposta di acquisto non può essere trattata con superficialità o considerata, come bonariamente pensa la maggior parte delle persone, come una sorta di impegno fittizio, soggetto a ritrattazione in qualsiasi momento.

Fate molta attenzione!

Purtroppo, molto spesso, le proposte di acquisto consistono in un semplice prestampato, magari scarno ed elementare, mancante di elementi essenziali e obbligatori per legge.

2

CONCLUDENDO…

La firma per presa visione del proponente, dell’accettazione della proposta, da parte della parte venditrice, sostanzialmente è la conclusione di una trattativa e la nascita di un rapporto giuridico, ovvero un VALIDO ED EFFICACE CONTRATTO PRELIMINARE

Tornando alla domanda iniziale…

LA PROPOSTA DI ACQUISTO E’ UN COMPROMESSO?

La risposta è:

Una proposta di acquisto firmata dalle parti contraenti, produce gli stessi effetti giuridici di un COMPROMESSO.

Per ulteriori informazioni consigliamo un consulto preventivo con il vostro  Notaio di fiducia, prima di intraprendere qualsiasi decisione o prima di apporre una firma troppo affrettata.

Se hai trovato utile o interessante l’articolo, condividilo sui tuoi social o invialo ad un amico in procinto di comperare casa. Sono convinto che la divulgazione di corrette informazioni possa dare un concreto contributo al mercato immobiliare ed essere di supporto alle persone che si affacciano per la prima volta al delicato mercato immobiliare.

(Articolo scritto con la preziosa collaborazione tecnica del Geometra Gino Guerriero – Studio Guerriero – www.studiotecnicoguerriero.it)

PS: Come sempre… fammi sapere la tua! Ogni parere è utile per migliorarsi 😉

Geom. MATTEO NENCIONI, Imprenditore, Agente immobiliare, Vice Presidente FIAIP Pisa Lucca. Se cerchi CASA nella provincia di Pisa e vuoi un’assistenza meticolosa e personalizzata, contattami: tel 0587 488136 – matteo@immobiliarenencioni.it